Aceto Balsamico Tradizionale Modena DOP - Extra Vecchio - Oltre 25 Anni
Aceto Balsamico Tradizionale Modena DOP - Extra Vecchio - Oltre 25 Anni
Aceto Balsamico Tradizionale Modena DOP - Extra Vecchio - Oltre 25 Anni
Aceto Balsamico Tradizionale Modena DOP - Extra Vecchio - Oltre 25 Anni
Aceto Balsamico Tradizionale Modena DOP - Extra Vecchio - Oltre 25 Anni
Aceto Balsamico Tradizionale Modena DOP - Extra Vecchio - Oltre 25 Anni
Aceto Balsamico Tradizionale Modena...
Aceto Balsamico Tradizionale Modena...
Aceto Balsamico Tradizionale Modena...
Aceto Balsamico Tradizionale Modena...
Aceto Balsamico Tradizionale Modena...
Aceto Balsamico Tradizionale Modena...

Aceto Balsamico Tradizionale Modena DOP - Extra Vecchio - Oltre 25 Anni

  • Riconoscimenti: 
  • Produttore: Acetaia Malpighi
  • Contenuto: 100 ml.
  • Scadenza: Non ha scadenza. Si indicano 10 anni per legge.
  • Spedizioni: Tutto il Mondo

Confezione contenente 1 Bottiglia 100 ml. + Dosatore in Vetro + Ricettario

Maggiori Informazioni sul Prodotto
ZCN00205
73,73 €

OPPURE CONCLUDI L'ORDINE CON 1-CLICK

Voto 5/5 Basato su 37 recensioni dei clienti
Spedizione con i migliori corrieri
Standard Express
Italia 1/2 Giorni lavorativi 1/2 Giorni lavorativi
U.E. 2/3 Giorni lavorativi 1/2 Giorni lavorativi
Altri Paesi 4/5 Giorni lavorativi 2/3 Giorni lavorativi

Recensioni dei clienti

 

L’ Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP extra vecchio è un aceto invecchiato almeno 25 anni. Dal sapore armonico e maturo, si caratterizza per la densità elevata e il profumo intenso e persistente. 

Conquista il titolo di extra vecchio dopo 25 anni di affinamento in legni pregiati, prelevato da botti piccole dopo la lenta acidificazione del mosto d’uva cotto. 

Custodito in solai o sottotetti con diverse variazioni climatiche tipiche del territorio modenese, invecchia in batterie di botti di diverse capacità e di diverso legno diventando così il prezioso Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP. 

Ciò che conferisce all’aceto le diverse note che lo caratterizzano infatti è il legno. 

Il colore scuro deriva dalla permanenza in botti di legno di castagno, il legno di gelso concentra il prodotto più velocemente e il legno di ginepro cede le essenze  resinose, il legno di ciliegio addolcisce il sapore, mentre il legno di rovere conferisce all’aceto già maturo un tipico sapore vanigliato. 

Nato come digestivo da assumere a bicchierini a fine pasto, con il tempo ha trovato impiego nei menù dei grandi chefs internazionali dagli antipasti ai desserts. 

Dopo un severo esame esercitato dal Consorzio dei produttori di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop, di cui Ermes Malpighi è tra i fondatori, l’Aceto può essere imbottigliato nelle speciali bottiglie approvate dal Consorzio e disegnate dal famoso designer Giorgietto Giugiaro.

Su ogni bottiglia  viene applicato il sigillo di garanzia a serie numerata.

Quella dell’Aceto Balsamico Tradizionale è una storia piena di fascino e  mistero. E' la storia di un prodotto, frutto dell’ingegno e della passione dell’uomo che risale, tra storia e leggenda, a oltre 1000 anni. 

Possiamo trovare notizie precise circa questo “elisir” a base di aceto in vari  documenti dei duchi d’Este ai quali si deve riconoscere il merito di aver fatto conoscere l’Aceto Balsamico in molte Corti europee del loro tempo: nel 1764 la Zarina di Russia Caterina la Grande inviò il suo Cancelliere  in missione diplomatica presso le capitali europee, e giunto a Modena, chiese di spedire a Mosca alcune bottigliette di Balsamico delle acetaie ducali; nel 1792 a Francoforte, in occasione dell’incoronazione a Imperatore del sacro Romano Impero dell’Arciduca Francesco II d’Austria, il Duca Ercole III d’Este ritenne che il suo secolare aceto fosse degno di essere inviato in dono all’Imperatore nella modesta misura di un flacone.

La famiglia Malpighi è tra i più antichi produttori di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop (dal 1850 arrivata alla quinta generazione), e possiede 3000 botti in cui matura e acidifica l' ABTM.

L'Aceto Balsamico extra vecchio è adatto per formaggi importanti, saporiti e piccanti, per macedonie di frutti di bosco, fragole o ciliegie, per creme pasticcere o gelati, per il panettone o per lo strudel, oppure per ricercati cocktails. 

L’aceto, inoltre,  è ideale da gustare anche a fine pasto come digestivo utilizzando un piccolo cucchiaino di porcellana o di plastica ma non di materiale metallico in quanto la corrosione dovuta dall’acidità determina la manifestazione di sensazioni ferrose estranee al prodotto.

Ottimo per tartare di carne e su risotti e in abbinamento a dolci a base di cioccolato fondente.  

Come si conserva: L’Aceto Balsamico Tradizionale non ha scadenza (anche se per legge è obbligatorio indicare una data sulla confezione, solitamente sui 10 anni), basta tenerlo ben chiuso e in un luogo fresco.

Proprietà organolettiche:

  • Aspetto: Limpido
  • Colore: Bruno scuro, carico e lucente
  • Profumo: Deciso e armonico
  • Sapore: Dolce e agro, denso, pieno e vellutato
  • Densità: 1,34

Ingredienti: Mosto cotto di uve Modenesi (Trebbiano e Lambrusco)

Allergeni: Solfiti

Conservanti: Nessuno

Calorie per 5 ml: circa 47 kcal

Formato: Bottiglietta di vetro da 100 ml. disegnata da Giorgetto Giugiaro, cofanetto del Consorzio Produttori Antiche Acetaie, tappo dosatore TIC in vetro e ricettario. 

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

Perchè scegliere Parmashop?

Perché i Nostri Prodotti sono Apprezzati

Recensioni dei Nostri Clienti

Parma City of Gastronomy

Parma, Città Unesco per la Gastronomia, è il Cuore della Food Valley Italiana

Qualità Certificata

I Migliori Prodotti DOP ed IGP, Selezionati con Cura fra i Migliori Produttori

Assistenza Top

Roberta e Chiara sempre a Disposizione per ogni Tua Richiesta

Spedizione Accurate

Confezioni predisposte con Cura in Imballi per Alimenti e Spedizioni con i Migliori Corrieri

PAGAMENTI SICURI 

SPEDIZIONI VELOCI